Su di me

Eccomi!

Questa ero io 9 mesi fa.
Una ragazza di 24 anni con i capelli lunghi e mille passioni.
Ora ho sempre 24 anni, mille passioni ma i capelli corti.
Molto corti.
E “una donna che si taglia i capelli è in procinto di cambiare la sua vita”.

 

Esperienze e studi

2010_  Tirocinio formativo presso la tipografia “Nuova Montaccini” di Pesaro

2012_ Diploma di arte applicata in grafica editoriale (91/100)
conseguito presso l’Istituto Statale d’Arte “Scuola del Libro” di Urbino

2013_ Tirocinio formativo presso lo studio grafico “Illogico Design” di Pesaro

2014_ Certificato di Perfezionamento in grafica pubblicitaria e fotografia (100/100) conseguito presso il corso biennale di Perfezionamento gestito dal medesimo Istituto d’Arte di Urbino

Giugno 2014 – Febbraio 2017_ Serigrafo presso “Seriap serigrafia”
Trasanni di Urbino

Da Marzo 2017_ Freelance graphic designer 

COMPLICARE È FACILE, SEMPLIFICARE È DIFFICILE.

Condivido questa bellissima riflessione tratta da una raccolta di scritti di Bruno Munari, uno dei più grandi artisti e designer italiani del Novecento.

Complicare è facile, semplificare è difficile.
Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole:
colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose.

Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.
Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere che cosa togliere,
come fa lo scultore quando a colpi di scalpello
toglie dal masso di pietra tutto quel materiale che c’é in più.
Teoricamente ogni masso di pietra può avere al suo interno
una scultura bellissima, come si fa a sapere
dove ci si deve fermare nel togliere, senza rovinare la scultura?
Togliere invece che aggiungere vuol dire riconoscere l’essenza delle cose
e comunicarle nella loro essenzialità.

… Eppure la gente quando si trova di fronte a certe espressioni di semplicità
o di essenzialità dice inevitabilmente questo lo so fare anch’io,
intendendo di non dare valore alle cose semplici
perché a quel punto diventano quasi ovvie.

In realtà quando la gente dice quella frase
intende dire che lo può Rifare, altrimenti lo avrebbe già fatto prima.

La semplificazione è il segno dell’intelligenza,
un antico detto cinese dice:
quello che non si può dire in poche parole
non si può dirlo neanche in molte.

Tratto da “Verbale Scritto”, raccolta di scritti di Bruno Munari

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

UA-100594646-1